Hotel

Agriturismo

Bed and Breakfast

Camping

Country House

Case vacanze
<<< S P O N S O R >>>
 
:: LA STORIA ::

Stemma del Comune

Patrono:San Giovanni Battista, 24 giugno

Altezza: 388 metri s.l.m.

 

Acquasanta  Terme, centro premontano, deve il proprio nome alla frequenza nel sottosuolo di copiose sorgenti idrosolforose saturate di iodio e di ferro, sgorganti da meandri di estese gallerie naturali, che si sa essere state usate dai Romani per curare le ferite dei legionari e ritemprarne le forze. Tra i personaggi storici figura la persona del brigante Piccioni, sostenitore del papa contro le truppe piemontesi.

Il brigante Piccioni nacque nel comune di Acquasanta e precisamente in frazione Roccamontecalvo dove si può visitare la casa natale.

A poca distanza dal capoluogo acquasantano sorge Castel di Luco così chiamato da «Lucus» (bosco), rocca a pianta circolare del XIV secolo eretta su una protuberanza di travertino. Acquasanta Terme è nota fin dai tempi dei romani per l'estrazione e la lavorazione del travertino.

PRINCIPALI ATTRATTIVE STORICO - CULTURALI

Circondata dai fiumi Tronto e Castellano, paradiso di pescatori in particolare della trota specis Fario e Iridea, è oasi di pace e ambiente intatto per una vacanza all’insegna della salute grazie alle sorgenti idrosolforose ed alla fangoterapia.

Nell’ampia piscina naturale ci si immerge nelle acque calde per un risultato terapeutico dato dalla temperatura, dalla pressione idrostatica e dai componenti chimici e fisiochimici. E molto indicata per le malattie della pelle.
Le inalazioni sono praticate con attrezzature di avanguardia per curar­ le patologie respiratorie. Le polverizzazioni sono indicate per cure collettive inalatorie, le irrigazioni per le infezioni dell'apparato urogenitale femminile L’insufflazione è indicata per curare otiti e sordità. Nella suggestiva e naturale grotta sudatoria, le acque generano vapore ad alta temperatura ed i pazienti vi sostano per la sauna.

Il tempo libero offre l’oppotunità di passeggiate in mezzo ai boschi di castagno, querce, abeti e faggi.

Dalla frazione di San Martino si possono ammirare i monti della Laga e dei Sibillini, luoghi ideali per escursioni ed i resti della fortezza che domina la valle dei fiumi Tronto e Castellano.

 
 
 

 Inserisci la tua struttura - Disclaimer -  Contatti

::::::::: Turismo Marche è un prodotto F4Y Find4You- Info: info@turismo-marche.com :::::::::