Hotel

Agriturismo

Bed and Breakfast

Camping

Country House

Case vacanze

Stabilimenti Balneari
<<< S P O N S O R >>>
 
:: LA STORIA ::

Stemma del Comune

Patrono:
Santa Maria delle Moie - 8 settembre

Altezza:
405 m.s.l.m.


Maria S.S. della Misericordia
che si venera nella'abbazia
di Santa Maria di Moie.

 


Un affresco di scuola camerte,
del 15° sec. raffigurante S. Antonio Abate benedicente.
(Situato nell'abbazia Benedettina di Santa Maria di Moie).

Maiolati Spontini

Al pari di quasi tutti i piccoli centri del subappennino marchigiano Maiolati Spontini (all'antico nome di Maiolati si aggiunse, nel 1939, quello di Spontini, per aver dato i natali al famoso musicista), nacque come borgo fortificato nel Medioevo. Nel XV secolo venne trasformato in piazzaforte dalla setta protestante dei Fraticelli, che Papa Martino V fece sgominare nel 1428.

II periodo più significativo della storia di Maiolati è legato a quella di Jesi, di cui seguì le alterne vicende per tutto il Medioevo. Di notevole, dell'epoca più antica, si conservano tratti di mura, recanti più di altri centri marchigiani i segni del tempo e della storia. Di frequente Maiolati è luogo di appuntamento per commemorazioni di Gaspare Spontini.

PRINCIPALI ATTRATTIVE ARTISTICO-CULTURALI
Un medaglione opera di Antonio Canova, riproducente l'effigie dell'artista, e conservato nella chiesa di San Giovanni, dove è sepolto Spontini; annesso vi è un piccolo museo che custodisce cimeli del grande musicista. Un altare in terracotta di Mattia Della Robbia impreziosisce la chiesa dei Cappuccini. Simile per stile architettonico a San Vittore delle Chiuse è la chiesa di Moie, costruita nel XII secolo e restaurata nel 1924.

Moie

Cittadina con circa 5.500 abitanti e' situata nella media valle del fiume Esino.Terra ricca di tradizione che si coniuga con la passione di una popolazione legata ancora alle sue origini.


Veduta di Moie


L'origine dell'insediamento è legato alla bonifica e alla colonizzazione del fondovalle,cui diedero il primo impulso i monaci che fondarono l'abbazia di S. Maria.

L'abbazia emblema di Moie, era ubicata in mezzo alla selva detta Santa, al margine della riva sinistra dell'Esino, con la tipica moja (zona paludosa) da cui il nome dell'abbazia stessa e successivamente del centro abitato. Altra testimonianza della località era il Castrum Mollearum,posto nei pressi dell'abbazia,ma del quale non resta nessuna traccia.

La fiera tradizionale di Santa Maria di Moie è tra le più antiche delle Marche,come documentato da una serie di trascrizioni del Privilegio emesso dal Papa Sisto 5° il 13 Luglio 1588.

La fiera celebra il Patrono, la Madonna della Misericordia e nel 2008 ricorre il 420° anniversario della sua istituzione.


 

 

 Inserisci la tua struttura - Disclaimer -

::::::::: Turismo Marche è un prodotto Find4You Find4You - Info: info@turismo-marche.com :::::::::